hamburger
chi siamo
azienda pepita - peperoncini italiani

Azienda

certificazioni

L’Azienda Pepita S.r.l., sorta nel mese di Maggio 2013, ha sostituito la Ditta F.lli Cirillo S.r.l. che l’ha preceduta negli anni passati e da cui ha ereditato storia e tradizioni, lasciando invariati gli intenti e gli obiettivi.

Infatti la nuova Azienda dispone di un personale capace di unire la passione e l’esperienza di mezzo secolo a sistemi di lavorazione moderni, mantenendo così, a costi bassi, alta la qualità dei suoi prodotti.

La Pepita è sita in Torre Annunziata, nella parte ovest della Campania ad appena qualche centinaio di metri dal mare e poco distante dalla penisola sorrentina e i Monti Lattari.

Essa si estende su una superficie di circa 6000 mq di cui 4000 riservati al deposito di merce destinata alla vendita e 2000 mq riservati al reparto di trasformazione dove vi sono macchinari all’avanguardia e personale specializzato per la selezione e la produzione dei prodotti freschi.

Il clima mite e favorevole del luogo e dei vicini centri di raccolta rende alta la qualità e la produttività dei peperoncini che possono essere trasformati durante il loro processo in polpa, concentrato e passata, ingredienti succulenti per pietanze di ogni genere.

La Pepita non si è fermata alla sola produzione di conserva ma ha allargato i suoi orizzonti rivolgendo la sua attenzione anche alla vendita di spezie e frutta disidratata, ricevendo anche da queste ottimi consensi.

L’azienda attenendosi scrupolosamente alle norme vigenti nella produzione alimentare, concernenti la qualità e la sicurezza del prodotto, si avvale di certificazioni che ne ottemperano il rispetto delle norme stesse, come BIO e BRC, ovvero standard di riconoscimento della sicurezza dei prodotti alimentari distribuiti nella GDO mondiale.

Lavorazione e modi di impiego

Il processo di lavorazione della conserva di peperoncino macinato avviene mediante lavaggio, selezione e detorsolamento manuale dei peperoncini rossi e piccanti che hanno raggiunto la giusta maturazione.

I semi utilizzati soprattutto del tipo “Naso di Cane” sono esclusivamente nostrani e quindi Made in Italy.

Essi vengono piantati nelle campagne circostanti, dove le condizioni climatiche favorevoli permettono la raccolta, fatta esclusivamente a mano, di frutti rossi, maturi e gustosi.

Il periodo in cui normalmente vengono seminati i peperoncini va da Marzo a Maggio, mentre la raccolta inizia ad Agosto e termina a Novembre.

La conserva di peperoncino piccante o dolce ottenuta è idonea al consumo alimentare, sia come prodotto finito, da portare in tavola aggiungendola a pietanze di terra e di mare, delle quali verrà così esaltato il gusto e la prelibatezza, che in aggiunta ad altri ingredienti, tipo spezie oppure verdure grigliate, arricchendone cosi il profumo ed il sapore.

Dal medesimo processo di lavorazione dei peperoncini, si ottiene oltre alla polpa e la passata fresca anche il concentrato di peperoncino, cotto ad una temperatura di 85° dal quale, attraverso macchinari specializzati, vengono estratti eventuali semi, ottenendo così una salsa vellutata dal profumo irresistibile consona ad accompagnare carni in tavola ma soprattutto ad essere unita a molti tipi di salumi, esaltandone cosi il profumo ed il sapore tipicamente mediterraneo.

proprietà e benefici del peperoncino

Proprietà e benefici

Uno dei principali componenti del peperoncino rosso è la capsaicina, un principio attivo da cui dipendono parecchie proprietà benefiche attribuite al peperoncino; le altre sostanze presenti sono la capsantina, diversi sali e oligoalimenti naturali e la lecitina (contenuta in modo particolare nei semi).

Importante ricordare la notevole presenza nel peperoncino rosso della vitamina C, che, tra le sue altre funzioni, ha un ruolo importante nella difesa dalle infezioni.

Inoltre, grazie alle sue proprietà antiossidanti, sembra inibire lo sviluppo di manifestazioni cancerose a livello di stomaco.

Particolarmente interessante l'effetto di regolarizzazione della circolazione sanguigna che il peperoncino rosso svolge nel corpo umano unito ad un effetto benefico in caso di infiammazioni.

Se somministrata per via orale, la capsaicina sollecita una secrezione maggiore di enzimi digestivi favorendo appunto il processo digestivo.

Inoltre, il peperoncino, oltre a favorire la circolazione sanguigna, è un efficace vasodilatatore, e rende elastici i capillari sanguigni; si è riscontrato che nelle regioni dove è diffuso il suo uso, malattie come gli infarti, l'arteriosclerosi e l'eccesso di colesterolo siano notevolmente limitate.

In ultimo pare che anche i capelli traggano beneficio dall'uso del peperoncino rosso; infatti una miglior circolazione sanguigna avrebbe effetti positivi anche sulla vita dei bulbi piliferi.

E' importante ricordare che come per tutti gli alimenti, non bisogna abusarne rischiando di tramutare un alimento da salutare in dannoso per la nostra salute.